Scastonatura chimica

Scastonatura Chimica per recupero pietre preziose

Con la scastonatura chimica si possono recuperare le pietre preziose incastonate in un gioiello. Il processo di scastonatura (o decastonatura) avviene tramite una reazione chimica che rende possibile lo scioglimento delle griffe (fermagli che trattengono le pietre in un gioiello). La scastonatura chimica deve avvenire sotto cappa e devono essere prese tutte le precauzioni necessarie a causa dell'espulsione di gas che si formano durante la reazione chimica.

Tramite una reazione chimica vengono sciolte le griffe che trattengono il gioiello in modo che il rilascio del diamante sia il più “naturale” possibile. Le griffe vengono attacate tramite acqua regia (acqua, acido nitrico e acido cloridrico) la quale manda in soluzione l’oro (reazione esotermica) facendo sì che le pietre preziose vengano rilasciate senza rovinarle.

La scastonatura chimica (o decastonatura) è processo che può essere fatto solo con appositi macchinari, e sotto cappa, visto il rilascio di gas durante il processo chimico.